16.3.08

Il Castello di Holmes


Immaginate una torre di circa 200 mq suddivisa in quattro piani di cui i primi due occupati da un padrone di casa fuoriuscito da un database dell’FBI sui serial killer, il terzo dal sottoscritto e dalla sua dolce metà (che per ragioni di privacy chiameremo Mrs. Lovett) e il quarto da un misterioso personaggio di cui conosco la reale professione ma che sono sicuro in realtà svolga l’attività di sicario per qualche organizzazione occulta.

Benvenuti nella mia nuova dimora.

Piena di trappole, individui pericolosi (me compreso) e un’inquietante atmosfera di costante e imminente presenza diabolica e di efferata malvagità: insomma, una copia in miniatura del Castello di Holmes.
Il padrone di casa, ovviamente rinominato Holmes, si presenta fin da subito come l’archetipo del serial killer metodico e pignolo, dalla geniale follia lucida. Insomma, un tipo con cui non scherzare per nessuna ragione al mondo. Ma è noto il mio sprezzo del pericolo e/o la mia totale idiozia.

Holmes: “Per l’affitto chiedo 250 neuro”
Bruko: “A dire il vero ci avevano detto 200”
Holmes: -rimane immobile, a fissarmi- “Bè, io chiedo 250.”
Bruko: “Bè ma i tempi sono bui: l’inflazione sale, il petrolio è alle stelle…”
Holmes: -socchiude gli occhi- “Posso scendere a 230…”
Bruko: “… c’è chi vive in baracca, chi si suda il salario, nananana…”
Holmes: -stringe i pugni- “200…”
Bruko: “Benissimo, affare fatto!”

Così, dopo la contrattazione da bazaar, cominciano a manifestarsi ulteriori prove della sua natura da sociopatico criminale: ci mette a parte di alcune regole essenziali per la vita nel castello.

Holmes: “L’affitto dev’essere pagato entro ogni 5 del mese. L’elettricista dopodomani aggiusterà il citofono. Domani arriva l’idraulico per lo scarico della lavatrice. In settimana arriva l’antennista per la televisione. Domani arriva l’idraulico. L’affitto entro il 5. L’elettricista arriverà con l’antennista per risolvere il problema delle perdite d’olio in cantina. L’idraulico paga l’antenna entro il 5 di ogni mese successivo alla riparazione della lavatrice del vicino di casa che scarica elettrodomestici…”
Bruko: “Certo…”
Holmes: “Io sono molto preciso, l’importante è la puntualità.”
Bruko: “Come potremmo vivere senza tutta questa precisione…”
Holmes: “Forse non vi ho detto dell’antennista che verrà domani prima dell’idraulico per installare la centralina dell’impianto elettrico di scarico della televisione…”

Appena Holmes è andato via la mia dolce metà ha preso il cellulare

Mrs. Lovett: “Chiamo l’FBI?”
Bruko: “E informati sulla sua taglia…”

Nei giorni successivi della settimana i vari antennisti, idraulici, elettricisti, paracadutisti e ingegneri nucleari hanno svolto il loro lavoro nella più assoluta segretezza, operando forse nella 25ima ora perché nessuno sembra averli visti.
I vicini mi hanno poi riferito di averli solo visti entrare.

Stasera Holmes mi ha invitato a cena…

Holmes: “Ho preparato un gustoso polpettone… ma ne ho davvero tanto…”
Bruko: “Grazie dell’invito ma siamo già impegnati: magari domani!”
Holmes: -socchiude gli occhi- “Non importa… Ci sarà sempre del polpettone anche per voi …”
Bruko: “…”
Holmes: “Domani arriverà l’elettricista…”
Bruko: “Qualche problema col citofono?”
Holmes: “Il precedente non ha potuto finire il lavoro…”
Bruko: “Il preced…? Buona cena, mr. Holmes!”

E siamo solo al quinto giorno…

3 commenti:

Daniele Cascone ha detto...

mmm... dovrai farmi fare un sopralluogo nella tua umile dimora. Sono troppo curioso di vedere mr. Holmes! :)

Ma allora ti sei riallacciato al web?

Quando arriva l'elettricista?

Cos'è il 5 del mese?

Gnam?

Aerin ha detto...

Finalmente giochi anche tu nei mondi dei miti...uahahah

Hilzarie ha detto...

Interesting to know.